RASSEGNA STAMPA

Riprendiamo dal sito repubblica.it/bologna:

Il valzer delle dade

Genitori , educatori e dade non hanno approvato i trasferimenti forzati decisi dalla Giunta per salvare posti di lavoro nei nidi e alle materne: gruppi educativi di ruolo spostati a settembre in altre scuole per concentrare l’assunzione dei precari tramite Asp-Irides in venti materne e 12 asili.
.IMG_0897 (640x480)
Lo hanno detto prima dell’estate, lo ripetono ora con una nuova manifestazione. E sono educatori e collaboratori, questa volta, a farsi sentire invitando al “valzer delle dade”, lunedì 3 settembre alle ore 19 in piazza Re Enzo.
IMG_0896 (640x480)

Abbiamo cercato di capire che cambiamenti avrebbe determinato per l’organizzazione scolastica complessiva, per la continuità didattica, per la salvaguardia delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola, per l’inserimento nella scuola pubblica dei bambini ancora in lista d’attesa”, scrive in un comunicato il Comitato per la difesa della scuola pubblica formato dal personale di nidi e materne.

Ma, nonostante la partecipazione del personale e dei genitori ad assemblee, dibattiti, riunioni istituzionali e convegni pubblici, a soli quindici giorni dall’apertura non è ancora chiaro cosa accadrà nelle scuole, come saranno composti i collettivi , quanti contratti di lavoro saranno realizzati con il personale a tempo determinato, quanti bambini formeranno una sezione dei nidi o di scuola dell’infanzia, quale personale gestirà i servizi ausiliari.

Non si era mai verificata tanta incertezza e confusione a pochi giorni dall’inizio della scuola e nessuna risposta è stata data ai numerosi quesiti posti dal personale e dai genitori che aspettano di sapere chi troveranno a scuola all’apertura”, continua la lettera di protesta. Di qui la prima manifestazione pubblica di educatori e dade, per “la stabilizzazione del lavoro precario, l’inclusione di tutti i bambini ad oggi esclusi e la difesa della scuola pubblica”.
Intanto il 28 agosto ci sarà la prima convocazione, per le precarie non ancora convocate da Asp-Irides, per coprire solo i posti vuoti in pianta organica.

This entry was posted in Rassegna Stampa and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *